MARCO BELLATI ------------- PRODOTTI PER L'INDUSTRIA
MARCO BELLATI-------------PRODOTTI PER L'INDUSTRIA

RICORDI DI FAMIGLIA

Se fosse una giornata serena o se piovesse non so ma quel giorno del '43 in cui i partigiani “Titini” decisero di far saltare in aria quel treno in Jugoslavia, con sopra papà, fu comunque importante. Quando si risvegliò in ospedale a Trieste era cambiato tutto: il suo nome, i suoi documenti, il nemico e il destino. Fu così che dopo l'8 settembre del '43, invece che disperso in Russia, si ritrovò a Milano sotto falso nome. Invece che disegnatore navale salì su di un camion a gasogeno; con il lasciapassare del CNL nello stivale destro e la “zulassung” tedesca in quello sinistro cominciò a fare il borsista. Si il contrabbando. Finita la guerra e conosciuta la signora Viansino, aprirono la Meritalia (nulla a che fare con l'attuale) e con lo stesso camion cominciarono a portare in Francia, a Grasse, acidi grassi da utilizzare per la cosmetica a cui si aggiunsero i primi oli essenziali della sicilia.

E da li saponi e cosmetici che rivendevano sulla piazza di Milano. Fu li che conobbe il signor Variati, che una volta lasciata la Meritalia lo assunse nella propria azienda.

Conosciuta mamma decise, negli anni '60 sull'onda del boom economico di mettersi in proprio e con i soldi della liquidazione aprì a Milano, in via Papiniano la SCABE. Acronimo dei cognomi dei miei genitori. Nel frattempo nasco io.

Il tempo passa, producendo aromi per pasticceria, alimentari, per mangimi, profumeria. I clienti ci sono, sono in tutta Italia, ed il consumo di oli essenziali è notevole; molti arrivano dalla Spagna. Quel paese è ancora rurale, è il primo concorrente dell'Italia per i distillati in corrente di vapore: certe piante arrivano solo da li.

Nel 1968, ad agosto si parte. Notevole per quegli anni fare un viaggio in macchina di 5000 km per andare a fare un accordo commerciale, agganciandoci anche le vacanze. Avevo sei anni ma mi ricordo la stretta di mano tra mio papà Cesare Bellati e il señor Pedro Muñoz Galvez. Eravamo in un grande campo, quell'uomo dirigeva una cinquantina di contadini che tagliavano un'erba e la portavano verso uno strano camion. Un intensissimo profumo intorno. Quell'erba era Menta, un campo enorme di menta ed il camion era un impianto efficace di distillazione. Ci si trova bene, nasce un'amicizia e l'accordo è fatto: fornitura e rappresentanza. Ora siamo alla terza generazione. L'anno dopo infatti nasceva Pablo, il nipote: attuale direttore dell'azienda.

Sono quasi 50 anni ! 

Il tempo continua a passare, si aggiunge la collaborazione con Felix Reverte che produce erbe e spezie. E' il momento in cui, in Italia, chi utilizza le uova le vuole col tuorlo ben giallo, perchè più sane ! Tutti aggiungono nei mangimi la paprica dolce. Ora le uova sono pallide, perchè più sane... mah. (è il mercato bambola !). Si va avanti e si continua a viaggiare ad Agosto, per lavoro e per diletto.

La SCABE chiude, papà viene a mancare nel '92, prosegue mamma con le due rappresentanze. Poi in Fiera a Parma conosce Isidro della Nortindal e su suo impulso si comincia un lavoro di vendita in un campo totalmente nuovo. Ebbene si il Nero di Seppia, funziona: si vende !

Si direbbe ora: Ha un suo perchè !

 

Arriva il 2006. Ormai è stanca anche mamma e vorrebbe andare in pensione, decide di lasciare. Io mi ero diplomato in Chimica negli anni '80 e poi avevo lavorato in farmaceutica, ma la mia azienda collassa e dopo vent'anni di Montedison, l'unità dove lavoro passa di mano, e le mani in cui passa hanno pochi scrupoli: non ci troviamo, abbiamo morali diverse. Quindi... lascio Milano, vengo a Genova e si prosegue, si incrementa, internet aiuta. Poi arriva la crisi e la richiesta di un materiale inedito per me da parte di un cliente......

Fu un salumificio, cliente per il peperoncino, che rimase a corto di budello per i suoi insaccati;

o meglio i prezzi erano saliti tantissimo e voleva trovare alternative. Dopo svariate loro richieste decido di provare e contatto svariati produttori/commercianti finchè non trovo la qualità ed il prezzo validi: piazzo la prima fornitura.Da dove arriva ? Chiaro, dalla Spagna !

Quindi soddisfatto uno, chissa se gli altri.... L'Italia è la patria degli insaccati. Proviamo !

Così è che mi ritaglio la mia nicchia di mercato, in questo campo. Non decolla, ma non crolla...

Non è stato facile, ho dovuto imparare l'anatomia animale nonché la nomenclatura dei diversi tipi di budello naturale (vi assicuro che è un mondo immenso). Chi produce salami consuma spezie, e a volte produce anche mortadella. Eccomi quindi qua con i pistacchi per volontà di un altro grosso norcino: direttamente dalla Mancha di Don Chisciotte. Chi vende pistacchi vende anche mandorle e chi le consuma nei dolci usa anche la frutta candita, le nocciole ed altra frutta o verdura secca o essiccata e magari ha in catalogo anche vegetali conservati in altro modo.

Ed io studio.... imparo la forma e la qualità delle mandorle, le proprietà della frutta, le diversità delle uvette e come una goletta seguo il mare del commercio. Non sarò mai esperto di noci o capitano dei pistacchi, ma ogni tanto vendo qualcosa di nuovo, concludo, approdo. Mi faccio felice e non ho mai deluso il cliente. O almeno non me l'hanno mai detto !

Proseguo insomma cercando l'isola felice nel verde mare delle coste... del commercio. Ed ora un'altra storia...... forse sarà l'Elicriso ?

LINK:

Elenchitelefonici.it
Europages.it
Guidamonaci.it
azienda.tv
Kompass
Virgilio
Kompass.it
Coobiz.it
Corriere.it
icitta.it
pagine-mail.it
Perfumerflavourist

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© MARCO BELLATI .... Via P o s t u m i a 13 - 30174 VENEZIA - ITALIA